Un menù senza intolleranze a Borgo Spoltino

1
 

Oggi vi racconto di una calda sera d’estate, un luogo incantevole, uno dei migliori chef in Abruzzo e piacevole compagnia: tutto questo a Borgo Spoltino per una cena “senza intolleranze”.

Lo scorso giovedì ho avuto il  piacere di prendere parte ad una cena di beneficenza in favore dell’Associazione Il mondo delle Intolleranze, presieduta da TizianaColombo, food blogger nota al mondo del web per il suo blog Nonna Paperina e divenuta in breve tempo esponente della lotta alle intolleranze alimentari. Infatti Tiziana, con la sua associazione, cerca di diffondere in tutta Italia, attraverso cene e conferenze, una sensibilizzazione verso questi temi mirata alla prevenzione e alla cura delle più diffuse intolleranze, lanciando agli chef la sfida di un menù “senza”.

In questo caso a raccogliere la sfida, è stato lo chef Gabriele Marrangoni che ci ha accolti nel suo ristorante Borgo Spoltino, un’oasi di pace e di verde sulle colline di Teramo in Abruzzo dove ogni giorni propone ai suoi ospiti piatti tipici della tradizione locale nel rispetto della stagionalità degli ingredienti principali che, lo stesso Gabriele, coltivo e sceglie con cura.

WP_20170727_19_39_53_Pro

 

WP_20170727_19_44_18_Pro

WP_20170727_19_45_01_Pro

Il menù della serata era interamente privo di glutine e di lattosio ma, a discapito di ciò che siamo soliti pensare, decisamente gustoso e appetibile tanto da lasciare senza parole tutti i commensali presenti: si comincia con un antipasto di carpaccio di baccalà e zucchine con cipolle rosse marinate, a seguire un timballino di crepes con mozzarella senza lattosio e melanzane ed un risotto all’olio di oliva con zafferano di Navelli e liquirizia di Atri. Per secondo poi lo chef ha proposto una costina di maiale al forno con portaluca e ribes del suo orto e purea di patate viola e per dessert una pannacotta al basilico e frutto della passione. Il tutto accompagnato dagli splendidi vini della Cantina Cerulli Spinozzi.

3

WP_20170727_22_41_27_Pro

2

1

Sono davvero contenta per l’invito a questa splendida serata e un grazie particolare va a Tiziana Colombo e lo Chef Marrangoni per aver dimostrato a tutti noi che un meù “senza”diventa un menù perfetto se preparato con cura, attenzione ed amore e che, indipendemente dalle intolleranze di ognuno, è possibile anzi è imperativo mangiare con gusto e con creatività. E al grido di #intolleranzafottiti, hastag coniato dalla stessa Tiziana, invito tutti a seguire l’attività dell’Associazione Il Mondo delle Intolleranze e informarsi sui problemi di queste patologie e su cosa i ristoranti possono fare per garantire ai loro clienti un servizio efficiente.

Today I tell you about a warm summer evening, a lovely place, one of the best chefs in Abruzzo and a pleasant company: all this at Borgo Spoltino for a dinner “without intolerance”.

Last Thursday I had the pleasure of taking part in a charity dinner in favor of the Association The World of Intolerance, presided over by TizianaColombo, a food blogger known to the world of the web for her blog Nonna Paperina and soon became an exponent of the fight To food intolerance. In fact, Tiziana, with its association, seeks to spread throughout Italy, through dinners and conferences, an awareness of these issues aimed at the prevention and care of the most common intolerances, by launching the challenge of a “without” menu to the chefs.

In this case, the chef Gabriele Marrangoni welcomed us in his restaurant, Borgo Spoltino, an oasis of peace and green in the hills of Teramo in Abruzzo where every day he offers his guests typical dishes of the local tradition In keeping with the seasonality of the main ingredients that Gabriele himself cultivates and chooses with care.

The menu of the evening was completely gluten-free and lactose but, to the detriment of what we used to think, decidedly tasty and appetizing enough to leave all the present guests speechless: start with a starfish appetizer and zucchini with marinated red onions, followed by crepes with lactose free mozzarella and aubegerines and a risotto with olive oil, saffron from Navelli and licorice from Atri. Secondly, the chef proposed a pork rib with portaluca and currant of its vegetable garden and violet potatoes purée and for dessert a basil and passion fruit pannacotta.

I am really happy for the invitation to this wonderful evening and a special thanks goes to Tiziana Colombo and Chef Marrangoni for having shown to us all that a “no” becomes a perfect menu if prepared with care, attention and love and that, regardless of the intolerances of everyone, it is indeed imperative to eat with taste and creativity.

WP_20170727_19_33_26_Pro

WP_20170727_23_16_07_Pro

 

 

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>